Come funziona Blockchain - Rivista Online InRoots

Il come funziona Blockchain è un argomento molto tecnico, in questo articolo si cercherà di analizzare il tutto in una maniera più semplice possibile.

Blockchain è un protocollo di comunicazione che identifica una tecnologia basata sulla logica del database distribuito, per rendere bene l’idea si deve innanzitutto partire da cosa è un database distribuito.

Come funziona Blockchain?

Il protocollo Blockchain sfrutta un database costituito da grandi blocchi di dati che inglobano piccoli blocchi di transazioni valide correlate da un marcatore temporale (timestamp). Un blocco è un insieme di transizioni, un insieme di scambio di dati, mentre un marcatore temporale è semplicemente un’etichetta digitale che identifica il momento esatto in cui è avvenuta la formazione del blocco.

Ogni blocco include l’hash (una funzione algoritmica informatica, complicatissima e non invertibile che mappa una stringa di lunghezza arbitraria in una stringa di lunghezza predefinita) del blocco precedente, collegando i blocchi insieme.

I blocchi collegati formano una catena, con ogni blocco addizionale che rinforza quelli precedenti. Più sono numerosi i blocchi connessi tra loro, più il sistema è sicuro.

 

Infonografia come funziona Blockchain ? Rivista Online InRootsPer fare un esempio che riguarda le monete digitali, si pensi ad A e B che decidono di effettuare una transazione attraverso i loro portafogli digitali. Dalla transazione in questione viene emesso un certificato che attesta lo spostamento tra A e B di una certa somma. Per rendere valida la transazione, altri nella rete devono attestare la validità di questo certificato e al termine dell’operazione si forma il piccolo blocco. Una volta validata la transazione, il certificato in questione viene aggiunto a tutta una serie di altri certificati, che si sono formati in un determinato range di tempo, formando così il grande blocco. Il grande blocco in questione è aggiunto alla coda dei blocchi, l’enorme database pubblico di cui parlavo prima. Infine il grande blocco che si è appena aggiunto agli altri viene messo in sicurezza grazie ad una funzione algoritmica informatica, l’hash.

Quest’esempio riguarda solamente quello che avviene durante una transazione di monete digitali, ma il protocollo Blockchain può essere utilizzato nei modi più disparati.

 

Per approfondire di più:

Blockchain come registo pubblico

Blockchain è anche un registro pubblico e condiviso costituito da una serie di client (clienti o utilizzatori). È organizzato per aggiornarsi automaticamente su ciascuno dei client che partecipano al network. Ogni operazione effettuata deve essere confermata automaticamente da tutti i singoli nodi attraverso software di crittografia, che verificano un pacchetto di dati definiti a chiave privata o seme, che viene utilizzato per firmare le transazioni. Garantendo l’identità digitale di chi le ha autorizzate.