Immagine copertina Blog

Più di 20 anni fa nacque il primo blog. In questo articolo ripercorreremo le fasi salienti della storia del blog.

Nella rete mondiale di Internet, un blog è una particolare tipologia di sito web in cui i contenuti vengono visualizzati dal più recente al più lontano nel tempo.

Il singolo contenuto (articolo, pensiero, multimedia, ecc.) inserito dall’autore del blog (blogger) si chiama post (concetto simile ad un articolo di giornale) identificato con un titolo topic, la data di pubblicazione e alcune parole chiave (tag). In genere un blog è gestito da uno o più blogger che pubblicano, più o meno periodicamente.

Gli inizi della Storia del Blog: gli ultimi anni 90

Il fenomeno dell’apertura di un blog che oggigiorno conosciamo molto bene, ha iniziato a prendere piede nel 1997 in America. La data del 18 luglio 1997, è stata scelta come giornata simbolica della nascita del blog che si riferisce allo sviluppo da parte dello statunitense Dave Winer, di un software molto primordiale, che ne permette la pubblicazione. 

Il primo blog è stato effettivamente creato e pubblicato il 23 dicembre 1997, grazie a Jorn Barger, un commerciante americano che decise di aprire una propria pagina personale chiamata: “RobotWisdom”, per condividere delle pubblicazioni scritte riguardo i suoi hobby; Jorn Barger coniò la parola weblog per descrivere il suo sito che non era nient’altro che una lista di link.

Sito di peterme.com - Storia del blogL’abbreviazione “blog” invece, fu proposta sul sito Peterme.com da parte di Peter Merholz, nella remota primavera del 1999, lui contribuì a creare una piccola parte della storia del blog e da allora quel nome identifica ancora questa tipologia di siti web.

Come erano strutturati i blog in quel periodo?

Sito di Robot Wisdom - Storia de blogI blog ai tempi, non erano nient’altro che una serie di link descritti da una didascalia, all’ interno di una pagina web statica. Link che avrebbero dovuto riportare ad altre pagine all’interno del sito, ma a volte anche, ad una serie di contenuti multimediali presenti su altre pagine web.

La creazione dei blog aiuto in maniera fondamentale lo sviluppo dei motori di ricerca, grazie proprio ai link all’interno delle sue pagine, difatti ancora oggi una delle migliori tecniche per posizionare un sito web in cima alla lista dei risultati su google, è proprio quello di avere dei link che rimandano al tuo sito.

La Storia Moderna dei Blog

Nel XXI secolo, il blog smette di essere un semplice elenco di link, ed inizia ad ambire a qualcosa di diverso, qualcosa che si identifica meglio con quello che conosciamo quest’oggi. Infatti all’inizio di questo millennio un utente di nome Adam Kontras, fu il primo a pubblicare all’interno del suo blog un post testuale ed un video, indirizzati alla sua famiglia per aggiornarli su ciò che sta facendo lontano da casa. Solo qualche mese dopo, in Australia, Adrian Miles realizzò il primo videoblog, definito poi vlog, pioniere degli ormai famosi video su Youtube.

Nel 2001 il fenomeno prende piede anche in Italia, grazie anche ai servizi gratuiti di blogging che nascono in quel periodo: da qui inizia la diversificazione e la categorizzazione di questi spazi web, con i nuovi blogger che si cimentano nel creare articoli, postare immagini e video, aiutare gli altri attraverso dei tutorial, ecc.

Scoppiò la rivoluzione tecnologica, comunicativa, di linguaggio e di costume.

Scopri il Bitcoin: descrizione di una rivoluzione digitale.

La rivoluzione comunicativa

Nel 2002 il celebre magazine Newsweek, predisse un ruolo di primo piano per i blog, visti come un nuovo codice che avrebbe soppiantato i media tradizionali, ed in effetti anche grazie a Google, così è stato, nel 2003 infatti nasce Google AdSense, che abbina alle pagine e ai contenuti dei blog le inserzioni pubblicitarie, offrendo così una possibilità di monetizzazione.

La figura del testimonial non riguarda più, da quel momento in poi, solo lo star-system, ma diventa l’aspirazione massima di tanti blogger, spesso adolescienti. Huffington post - Storia del blog

Negli stessi anni il blog entra anche negli spazi sacri della comunicazione: il Guardian usa il live blogging durante i Question Time, la BBC per gli eventi sportivi; negli USA Graff è il primo blogger, nel 2005, ad ottenere le credenziali stampa dalla Casa Bianca e nello stesso anno nasce il celebre Huffington Post, che ha già fatto storia.

Il boom dei Social Network

I Social Network - Storia del blogTra il 2009 e il 2010 ci fu il vero boom dei social network, si temeva che Facebook sarebbe diventata l’unica piazza in cui gli utenti avrebbero condiviso i loro pensieri e contenuti, o che il micro-blogging di Twitter potesse minare l’abitudine del long copy.

Ma questa deriva non è mai arrivata. Infatti il blog ha sempre mantenuto una sua identità che difficilmente verrà spodestata. L’editoria in quel periodo storico, ha strizzato l’occhio alla nuova tecnologia ed ha cercato di uniformarsi, inserendo ad esempio sui siti giornalistici, pagine dedicate ai blog personali delle firme più seguite, entrando anch’essa a far parte della storia del blog. Anche le aziende si sono aggiornate, sostituendo i sempre più i vecchi siti statici con siti dinamici.

Scopri di più: Come creare un blog